Mangiare ad Ischia

La cultura gastronomica dell’isola d’ischia si lega in modo indissolubile alla tradizione napoletana, ma riscoprendo nuovi gusti e combinazioni soprattutto grazie alle piante e ai sapori locali. Ecco un percorso di helloischia attraverso le principali pietanze di Ischia

 

Coniglio all’ischitana:

Uno delle principali pietanze consumate dai cittadini locali è il famoso “coniglio all’ischitana” Questo piatto si basa

sulla preparazione di una delle principali risorse dell’isola d’ischia il conigl

io di fossa. Questo tipo di animale viene coltivato in campo aperto e quindi conserva delle proprietà genuine. Il suo sapore ha la delicatezza della carne bianca unita però alla consistenza della cac

ciagione fornendo così una materia prima di altissimo livello. Il piatto si completa con i pomodorini ishitani, coltivati in terre ricche di minerali, poiché vulcaniche, e dal sapore dolce ma leggermente acido. Il tutto legato dal retrogusto del vino bianco locale che ha note marin

e e fruttate molto intense. Ogni famiglia da generazioni tramanda la sua ricetta unica e perciò preziosa. La differenza è principalmente nelle erbe e negli aromi utilizzati per condire il coniglio in fase di cottura. Con il sugo del coniglio si usa condire un formato di pasta italianissimo il “bucatino” ed è uno dei piatti più tipici dell’isola di Ischia.

 

cozze con limone

Impepata di Cozze

L’impepata di cozze è un piatto che ha origini antiche e si basa sull’ingrediente più buono e povero della tradizione meridionale. Aggiunta inevitabile sull’isola d’ischia è il limone elemento principale anzi, spesso, fondante della tradizione culinaria Ischiatana.

Il Limone

Il limone è un agrume che colora da sempre l’isola d’Ischia è che ne fa dell’isola verde, l’isola gialloverde. Questo frutto prezioso è capace di condire piatti dolci e salati.

Pensiamo alla Caprese al limone, alla delizia al limone, al cornetto al limone ma anche ai famosi spaghetti al limone, scaloppine al limone, pesce vario al limone ecc

Un elemento quidi fondante di una tradizione culinaria volta ad alimenti genuini e poveri.

Il Pesce:

L’isola è famosa per i suoi numerosi, storici, villaggi di pescatori ed è capace, quindi, di unire ad una tradizione montuosa fatta di cacciagione e funghi un tesoro marino senza pari. La tradizione culinaria ISchitana si fonda infatti nel mare. Dalle vongole piccole e veraci a pesci di tutti i tipi. Il mare ricchissimo di materie prime conferiscono una qualità ineguagliabile ai piatti e alla ristorazione ischitana. Dagli spaghetti con le vongole al pesce al cartoccio le preparazioni sono mille e sempre varie.

La Pizza:
E’ impossibile dimenticare che essendo un quartiere Napoletano Ischia offre una pizza sicuramente sopra la media nazionale. Gustare una margherita in riva al mare, infatti, è un’esperienza senza pari che dona ristoro allo stomaco e allo spirito.

pizza margheritaInvenzione ischitana, si dice, sia la Zingara. Un particolare panino con ingredienti di salumeria che si forma con due metà di impasto della pizza. Questa combinazione ormai famosa in tutto il mondo si crede abbia i suoi natali ad Ischia.

Non solo il cibo è una primizia ischitana, ma anche le bevande, la terra sulfurea. è ricca di minerali e di influssi vulcanici è in grado un’una e di conseguenza un vino dal sapore unico.

incredibili le varietà di vini in un territorio così poco esteso. Dal vino bianco al rosso la qualità dei vini è sempre molto elevata.

Inoltre sono presenti ed autoctoni diversi liquori pregiati, dal famoso “limoncello” al più caratteristico “rucolino”, liquore a base di rucola, potrete concludere i vostri pasti con delle prelibatezze genuine, e naturali.

Infine nel dopocena è un toccasana per l’anima e lo spirito passeggiare lungo i corsi ischitani, assaporando i deliziosi: gelati, granite, sorbetti, completamente artigianali.

Come abbiamo visto in questo percorso culinario, l’isola d’ischia è capace di combinare la tradizione mediterranea con le sue inestimabili ricchezze gastronomiche, rendendola così, un’isola capace di offrire non solo una sterile vacanza estiva, ma un insieme di tradizioni ed emozioni uniche nel loro genere.