Sorgeto

Sorgeto ischiaTra le attrazioni termali naturali e a cielo aperto che offre l’isola di Ischia, chi si è lasciato incantare dalla spiaggia dei Maronti, non potrà di certo non innamorarsi di Sorgeto, un meraviglioso parco termale che rappresenta per la bellezza panoramica e i prodigi naturali, una tappa assolutamente imperdibile per soggiorni brevi o lunghi nell’isola.

Dove si trova Sorgeto

Sorgeto fa parte del comune di Forio d’Ischia, ed è sede della sorgente omonima a cui deve la sua fama: una baia vicino alla frazione di Panza, raggiungibile dopo un percorso di 250 scalini che sicuramente la bellezza della vista mare rende più piacevole, insieme al relax di un’intera giornata, al momento del ritorno. Per questa preziosa baia non esistono stagioni: la spiaggia, di ciottoli e scogli, è aperta al pubblico tutto l’anno e può godere di un’atmosfera piacevole nei periodi estivi, quando il sole vi resta per un’intera giornata e il vento è solo una leggera brezza, essendo ben protetta grazie al sua conformazione, ma anche in quelli invernali grazie ad un clima favorevole e ad un’acqua tiepida. Inoltre la presenza di ristoranti e bar, rende ancora più completo e ricco di comfort la sosta nella spiaggia della baia.

Sorgeto Ischia: La storia

I coloni Greci nel VIII sec a.C la scelsero probabilmente come uno dei loro primi insediamenti antropici quando giunsero ad Ischia, come hanno dimostrato alcuni scavi archeologici svoltisi tra il 1993 e il 1995. La conformazione di Sorgeto è sempre stata quella di essere caratterizzata da polle bollenti e minerali, strutturata come una cala a forma di luna con pareti rocciose in verticale, e suddivisa in vasche di pietra contenenti l’ acqua termale che sgorga dal sottosuolo a 90° C. L’acqua termale inoltre si incrocia con quella salata, dirigendosi direttamente in mare, creando così un’area di acqua dolce e salata, e calda e fredda.

Proprietà di Sorgeto

Particolare è la sua temperatura che si autoregola, infatti in caso di alta marea l’acqua risulterà tiepida, mentre con la bassa marea può diventare anche bollente. Per questo motivo infatti, per rendere più agevole la permanenza all’interno della baia, sono state posizionate delle passerelle di legno per tutta la costa, così da raggiungere facilmente le zone con una temperatura meno elevata.

Anche qui, come accade alla spiaggia dei Maronti per le alte temperature che si raggiungono, gli isolani e ormai anche i turisti sono soliti cucinare, come già accadeva in passato, uova, patate e frutti di mare.

Sorgeto però non smette mai di stupirvi: in un tratto della baia ci si può sedere con la schiena rivolta verso la costa, avvolti dalle acque riscaldate e dalle rocce, e lasciare essiccare il sedimento argilloso delle terme al sole. E’ acquistabile infatti nelle vicinanze un fango termale confezionato ad hoc, sentendosi un po’ in una spa vista mare e dalle proprietà benefiche naturali.

Trattandosi ormai di un luogo ben noto e frequentato, sia agli abitanti dell’isola che ai turisti, è bene giungere in visita sempre verso orari non di punta, ma per esempio al mattino o in orari crepuscolari e notturni, in base al periodo stagionale.

Come arrivare a Sorgeto Ischia

In estate la baia di Sorgeto è raggiungibile con i comodi taxi boat che partono da Sant’Angelo. In alternativa e in altri periodi dell’anno, gli autobus  1- CD – CS – 23, giungono fino ad un certo punto dal quale si può poi proseguire a piedi. Per chi arriva in auto, una volta giunti a Punta Chiarito, si seguono le indicazioni per Panza e poi per la Baia di Sorgeto. Una volta parcheggiato, vi aspetta la suggestiva e panoramica discesa dei più di 200 scalini che vi porterà alla spiaggia.

Torna alla pagina principale delle Terme